top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

BORRACCINO: COVID-19, UTILE E PROFICUO CONFRONTO CON IL PARTENARIATO ECONOMICO SOCIALE DELLA REGIONE SULLA MANOVRA DA 450 MILIONI DI EURO VARATA DALLA GIUNTA PER SOSTENERE IL SISTEMA PRODUTTIVO PUGLIESE. PRONTI A PARTIRE CON LE SINGOLE MISURE PER AVVIARE LA “FASE DUE” IN PUGLIA

Nota dell'assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino:

"Si è concluso da pochi minuti il Tavolo di confronto, svoltosi in video conferenza, con il partenariato economico-sociale della Regione Puglia, convocato al fine di discutere della manovra da 450 milioni di euro varata dalla Giunta regionale per fronteggiare le ricadute negative sul nostro sistema economico e produttivo causate dal diffondersi dell'epidemia da Covid-19.
E' stata una discussione molto utile e proficua che ci ha consentito di prendere atto, innanzitutto, della grande preoccupazione che investe le associazioni datoriali, le organizzazioni di categoria e i sindacati per la grave e imprevedibile crisi che stiamo attraversando alla quale è indispensabile rispondere tempestivamente con strumenti eccezionali per evitare che il tessuto imprenditoriale pugliese subisca danni irreversibili, con inevitabili ricadute sui livelli occupazionali, innescando così una spirale recessiva dalla quale potrebbe essere molto difficile rialzarsi.
"Per questo il Governo regionale, oggi rappresentato oltre che dal Presidente Emiliano, da ben sei assessori (oltre al sottoscritto Borraccino, Piemontese, Pisicchio, Leo, Capone e Ruggieri)  ha messo in campo una manovra straordinaria, impegnando una mole di risorse imponente per rilanciare le attività economiche, immettendo soprattutto liquidità nel sistema per assicurare a imprenditori, liberi professionisti e partite IVA di fronteggiare le perdite di queste settimane, attraverso una molteplicità di strumenti pronti ad essere attivati rapidamente che vanno dal nuovo "Titolo II – Straordinario" per sostenere gli investimenti delle aziende, al "Nuovo Microprestito" rivolto alle microimprese e ai lavoratori autonomi, passando per il potenziamento delle garanzie pubbliche a sostegno di nuova liquidità o l'ampliamento del portafoglio dei Minibond regionali per facilitare l'accesso al credito delle imprese pugliesi, senza dimenticare gli interventi specifici individuati per due settori molto importanti per la nostra economia e in grande difficoltà, quello turistico-ricettivo e quello della cultura.
"Dal Partenariato economico-sociale è giunta una prima generica complessiva condivisione della strategia messa in campo dal Governo regionale e, in particolare, dall'Assessorato allo Sviluppo Economico e quello al Bilancio,  ma con la richiesta unanime di poter avere quanto prima dati certi per poter esprimere subito suggerimenti ed eventuali correttivi. In tal senso abbiamo assunto l'impegno di inviare tutto entro qualche giorno.
Bisogna fare bene, presto e tutti insieme: questo è stato il succo del mio intervento.
"Dalla riunione è emersa con grande forza la richiesta di procedere velocemente perché la tempistica nell'attivazione delle misure e nell'erogazione delle risorse è di fondamentale importanza per consentire ad imprese e attività economiche, alle prese con difficoltà quotidiane e scadenza non rinviabili, di non essere travolte.
Per questo abbiamo assicurato la massima semplificazione, chiarezza e trasparenza nelle procedure e la massima velocità nell'istruttoria delle domande e nella liquidazione delle risorse, ben consapevoli di quanto il fattore tempo sia di fondamentale importanza in questa fase.
"Dal confronto, inoltre, in un clima di grande collaborazione e comune consapevolezza della gravità del momento, sono emerse alcune utili sollecitazioni e proposte, molto concrete, in particolare per le garanzie occupazionali e per la qualità del lavoro, oltre ad una condivisione delle strategie bancarie con ABI, presente all'incontro, che ha confermato piena disponibilità, che saranno recepite nella fase di stesura dei dispositivi e degli Avvisi Pubblici che contiamo di pubblicare già nei prossimi giorni,  non prima del necessario esame nel PES (Partenariato Economico Sociale).
"Il nostro obiettivo resta quello di programmare l'avvio della cosiddetta "Fase 2", in modo da supportare il nostro tessuto imprenditoriale e produttivo nello sforzo di ripartire, non appena l'emergenza sanitaria, tutt'ora in corso, avrà mollato la presa e le condizioni di sicurezza per cittadini e lavoratori consentiranno la ripresa delle attività economiche.
Sono quindi molto soddisfatto per l'esito del tavolo di confronto svoltosi questo pomeriggio che conferma come l'approccio adottato da tutto il Governo regionale, in piena sintonia con il Presidente Michele Emiliano, col collega Piemontese e con tutta la Giunta, di discutere e condividere, con il cuore pulsante del nostro tessuto economico, sociale e produttivo, le strategie per il futuro, sia quello più adeguato per fronteggiare questa crisi epocale."

mer, 15 aprile 2020 @ 20:07